Coda d'estate con Cristiano Ronaldo al ristorante "La scogliera" a La Maddalena

Articolo di Marella Giovannelli, photo courtesy.

Cristiano Ronaldo con la sua Georgina, familiari e amici, oggi è sbarcato al ristorante "La scogliera" di Andrea Orecchioni a La Maddalena. Sceso da una barca arrivata dal Cala di Volpe, CR7, fisico statuario e viso d'angelo, ha molto apprezzato le specialità dello chef Massimo Guzzoni. Al tavolo del campione della Juventus è arrivata una grande ombrina al sale seguita dai gamberoni di Mazara del Vallo alla griglia. Per Ronaldo e il suo gruppo, come per tutte le celebrità che questa estate hanno frequentato "La scogliera", è entrato in azione il mago della consolle Max Correnti dj MCeventz.

Cristiano Ronaldo

Matrimonio svedese a Porto Rotondo; 120 invitati e due giorni di festeggiamenti

Articolo di Marella Giovannelli, foto private.

Un matrimonio da incorniciare, coordinato dalla wedding planner Sceila Azzena della Whitehouse Events di Olbia, ha animato Porto Rotondo con due giorni di festeggiamenti e 120 invitati arrivati per l'occasione dalla Svezia. La "maratona" nuziale che praticamente ha coinvolto tutto il villaggio, è iniziata venerdì 31 agosto con la cerimonia civile celebrata in spiaggia, al Tartarughino Beach della famiglia Cruciani. La serata, iniziata con l'aperitivo e conclusa con la cena, è stata allietata da vari musicisti, alcuni dei quali arrivati anche da Milano. La splendida voce della cantante olbiese Emanuela Senes, accompagnata dal chitarrista Antonello Cosseddu, ha colpito tutti gli ospiti. La coppia, giovane e bellissima, ha scelto di sposarsi in Sardegna per l'amore che, da tempo, lega la famiglia della sposa a Porto Rotondo. Gli invitati, tutti svedesi, hanno alloggiato per diverse notti negli hotel della zona. La festa di nozze a una certa ora (piccola) si è trasferita dalla spiaggia al Tartarughino centro, nel cuore del villaggio, con canti e balli. Il giorno dopo, sabato 1 settembre, il gruppo dei 120 guidato dai neosposi, di pomeriggio ha fatto la sua apparizione in piazza San Marco per un primo aperitivo. Uomini e donne, tutti elegantemente vestiti, hanno percorso il molo centrale fino allo Yacht Club di Porto Rotondo per un secondo aperitivo e la cena di gala con tante specialità della cucina mediterranea. Tra i piatti più apprezzati: il risotto ai funghi porcini, il filetto di branzino con pomodorini ed erbe di Sardegna e le seadas. Squisita la torta nuziale preparata dalla Gelateria del Molo e, a mezzanotte, pizza come spuntino tipico italiano. Poi ancora tanta musica e balli nella terrazza dello Yacht Club sino alle prime ore del mattino. Commento unanime dei portorotondini sul matrimonio svedese: mai visti tanti ragazzi e tante ragazze così belli tutti insieme.

collage matrimonio svedese

A Porto Rotondo Gina Lollobrigida saluta gli amici e Mal conquista la piazza con Furia e il trenino

Articolo e foto di Marella Giovannelli.

C'è sempre una prima volta e ieri notte, a Porto Rotondo, per merito o colpa di Mal (a seconda dei gusti) è spuntato persino il trenino in piazza San Marco sulle note di "Furia cavallo del West". Il cantante inglese ha chiuso il suo concerto guidando, armato di microfono, un variopinto "convoglio" umano intorno alla celebre scultura-tappo di Andrea Cascella. Cori e applausi avevano già decretato il successo di una serata che ha coinvolto e divertito il pubblico. Evidentemente ha funzionato il meccanismo della "macchina del tempo" con il conseguente carico di emozioni e ricordi. Mal poi si è trattenuto in piazza per soddisfare tre tipi di richieste, spesso cumulative, soprattutto negli over 60: autografo, foto (di lui solo) e selfie (artista con fan). Il cantante ha anche trovato il tempo di scambiare quattro chiacchiere con Diamante Marzotto, Nicola Rota, Leonardo Donà dalle Rose e Pinuccia Hruska. Dopo aver detto che "cantare Furia gli ha sempre dato la carica", Mal è andato a trovare Marco Predolin nel suo ristorante sul porto. Lo spettacolo è stato seguito anche da numerosi gruppi di giovani, come Andrea Piazzolla e i suoi amici, seduti ai tavoli sia del Coffe Pot sia del Bar della Piazza. Poco distante, nel ristorante vegano "Gintilla", alla Casbah, cenava Gina Lollobrigida, cliente affezionata e amica di Paolo Mantovani, cuore e motore del locale. Insieme a lei, Alessandro Lo Cascio e altri ospiti. La conversazione ha spaziato dal cinema alla scultura grazie alla Lollobrigida, eccezionale narratrice piena di verve. Da vera esteta e grande appassionata d'arte ha manifestato l'interesse più vivo per le opere di cui è ricca Porto Rotondo. Ha mostrato il libro ricevuto in dono qualche ora prima dal conte Luigi Donà dalle Rose e si è detta entusiasta delle sue vacanze "così intense e ricche di incontri" e della Sardegna "unica al mondo per la sua bellezza".

collage Marella Gina Mal Luigino Gintilla

Stefano Sciola: una storia tra fede, musica e solidarietà

Articolo di Marella Giovannelli.

Stefano Sciola è protagonista di una storia singolare che fonde religiosità, amore incondizionato, musica e solidarietà. Il frutto è una canzone: "Gospa Unconditionated Love", disponibile in tutti i negozi digitali online e in video su YouTube. Militare dell'aeronautica in servizio alla base di Decimomannu, Sciola è anche un noto e apprezzato d.j. A cambiare radicalmente la sua vita, nel 2012, è stato un viaggio a Medjugorje organizzato da alcuni amici. Un viaggio che, sino all'ultimo giorno, Stefano, pressato da mille impegni e distrazioni, non aveva voglia di fare. Alla fine decide di accodarsi al gruppo portando con sé foto e lettere che gli erano state affidate da numerosi conoscenti. Giunto a Medjugorje, le deposita sul monte Podbrdo ma, sulla strada del ritorno, succede l'inspiegabile. "Quando mi sono trovato davanti alla grande croce blu - racconta Stefano Sciola - ho sentito, dentro di me, una forte scossa, come se mi stessi svuotando, liberandomi di fango e melma. Subito dopo ho avvertito una vibrazione che mi ha riempito di calore e pace. E il bisogno di confessarmi. Da allora, ho iniziato un nuovo percorso di vita. E della mia fede, praticata e testimoniata, non mi vergogno anche se le derisioni e le incomprensioni sono state tante e dolorose". Dopo il viaggio a Medjugorje, la vita del dj cagliaritano è stata marchiata da un altro "segno" . L'11 luglio 2017, Stefano è colpito da un'emorragia cerebrale mentre è al volante della sua auto; finisce in ospedale e gli scoprono un angioma cavernoso. Perfettamente guarito, un anno dopo l'incidente, mantiene la sua promessa di fede affidandosi al linguaggio universale della musica. Gospa, in italiano, si traduce con "Signora", nome con cui i bambini bosniaci chiamano la Madonna. Lo scopo è interamente benefico, a favore dell' AITF BIMBI Torino e dell'ASGOP Cagliari. Il successo di "Gospa Unconditioned love", testo potente e ritmo incalzante, è grande. Da segnalare la bellezza del video che l'accompagna, ambientato nel cuore della Sardegna, la voce della cantante Adele Grandulli e la bravura del sassofonista Giuseppe Joe Murgia.

Marella con Stefano ok1

Per Gina Lollobrigida debutto vegano al Gintilla di Porto Rotondo

Articolo e foto di Marella Giovannelli.

La Palma d'oro per la vacanza più dinamica a Porto Rotondo spetta a Gina Lollobrigida che continua a stupire sia i turisti sia i residenti e gli operatori del borgo. Oggi, all'ora di pranzo, insieme ad Andrea Piazzolla, Alessandro Lo Cascio e Alessandro Perna, si è presentata al ristorante vegano "Gintilla" dell'amico Paolo Mantovani alla Casbah. Ha trovato squisite le polpette di daikon (cugino del ravanello ma più dolce) con carote, noci, avocado e condite con una salsa di ananas. L'apprezzamento della Lollobrigida, al suo debutto vegano, è andato anche ai tortelli farciti con spinaci e pomodoro secco, serviti con una besciamella vegetale aromatizzata alla noce moscata. A fine pranzo, dopo i complimenti allo chef Vladimir e a Paolo Mantovani patron di "Gintilla", da quattro anni sulla cresta dell'onda a Porto Rotondo, l'attenzione dell'adorabile Bersagliera si è concentrata su un particolare molto originale del patio: gli intrecci di salice belli come sculture. Dopo pranzo Gina Lollobrigida con il suo gruppo di amici, come digestivo, ha fatto un giro in elicottero per ammirare, anche dall'alto, le coste di (parole sue) "questa parte della Sardegna che porterò sempre nel mio cuore".

collage Lollobrigida da Gintilla 28-08-2018

social-icon-blog

 

 

Blog 

          

social-icon-wordpress

 

Wordpress

social-icon-twitter

 

twitter

social-icon-facebook

  

facebook

social-icon-e-mail

 

e-mail